Elogio dell’insapore

Il prezzo della materia prima è unico, ma la sua può essere molto diversa. Che strumenti ha il consumatore per riconoscerne la diversità? Quali fattori la determinano? Seguiteci e troverete le risposte 

LA BIBLIOTECA

IN EVIDENZA

LA SCELTA DEL CIBO: ALLA RICERCA DEL GUSTO IGNORATO – 24/28 Gennaio 2022

Corso di formazione/informazione GustoNeve     LA SCELTA DEL CIBO ALLA RICERCA DEL GUSTO IGNORATO Bressanone, Hotel Fischer, dal 24 al 28 gennaio 2022  Il prezzo delle è unico ed è deciso dalla borsa merci. Tutto viene miscelato e comunque l’industria richiede che vengano rispettati solo parametri che influenzano il processo tecnologico. Il risultato è che il mondo della ricerca, ma anche quello dei produttori e dell’industria, hanno trascurato quei parametri che invece interessano il consumatore: il flavour e il valore nutrizionale del cibo. Le conseguenze sono state tali che sappiamo poco anche del gusto, dei fattori che lo determinano e delle molecole responsabili. Quindi, il consumatore non ha strumenti e chiavi di lettura per scegliere il livello qualitativo di quello che vuole acquistare. Anfosc ha acquisito notevole esperienza in questa direzione, ha messo a punto un metodo di degustazione tale da permettere ai partecipanti di cogliere la diversità, il livello qualitativo ma, anche e soprattutto, di conoscere le molecole e i composti che ne sono responsabili. In pratica, nel corso delle cinque giornate verranno degustati alimenti di cui si conoscono i fattori di diversità e pertanto, con livelli qualitativi dal più basso al più alto. Per i prodotti animali si tiene conto dell’alimentazione e per quelli vegetali delle rese. Le degustazioni avverranno alla cieca e solo alla fine si vedrà se i livelli qualitativi individuati corrispondono alle rese o all’alimentazione. E comunque nel corso delle degustazione continui saranno i riferimenti ai composti chimici responsabili del gusto e degli odori e, anche, del valore nutrizionale. Per ciascun prodotto, lo chef preparerà dei piatti in maniera da verificare le differenze non solo nelle materie prime tal quale ma anche nel prodotto elaborato. Programma Mattinata a disposizione per sciare. Le piste sono a qualche chilometro. Pomeriggio dalle 15.30 alle 18.30 Lunedì 24 Gennaio  Quando parliamo di livello qualitativo a cosa...

IL LATTE NON È BIANCO E IL COLORE DEL FORMAGGIO DI CAPRA NE È...

di Piera Iommelli Nonostante le modalità di partecipazione online ci impediscano di fruire della convivialità in presenza, la sinergia fra i sensi e l’armonia dei commensali-degustatori sono state create ad hoc dal Dott. Rubino, dall’azienda...

PANE E FORMAGGIO, DUE PRODOTTI, UN SOLO MESSAGGIO: IL LIVELLO QUALITATIVO È LEGATO ALL’ALIMENTAZIONE...

Lo spuntino o la cena a base di pane e formaggio appartengono alla memoria di ciascuno di noi. Un tempo, entrambi avevano un flavour importante, ora molto meno, o meglio, è casuale, nel senso che...

IL COLORE PUO’ ESSERE UN BUON INDICATORE DEL FLAVOR DELLA PATATA, MA NON IL...

Negli ultimi tempi l’offerta dei vegetali sta migliorando. Giorni fa nel supermercato sotto casa ho trovato ben 6 varietà di patate visibilmente diverse dal colore: come sembrano lontani i tempi di quando le patate...

DEGUSTANDO S’IMPARA E SI HA L’OCCASIONE PER USCIRE DAL COVID.UN VIAGGIO NEL PARMIGIANO REGGIANO

di Piera Iommelli Reduci dal successo delle precedenti esperienze di degustazione di gruppo,  Roberto Rubino e il suo team di collaboratori hanno deciso di replicare questo evento nelle giornate del 18 e 19 Marzo e...

METODO NOBILE

ECCO IL MODELLO DELLA ZOOTECNIA DEL FUTURO

 Nel mondo del vino è la prassi: ciascuna azienda è in grado di produrre ed offrire vini a prezzi diversi con lo stesso vitigno. Perché non produrre latti che abbiano un diverso livello qualitativo...
Metodo Nobile

Benessere animale e Metodo Nobile

Ho attivato questo sito essenzialmente per proporre, soprattutto in questo periodo, modelli diversi di sviluppo, più rispettosi dell’ambiente, degli animali, delle piante e delle esigenze dei consumatori.  La nostra ambizione è quella di mettere...

GUSTO E POLIFENOLI

colore e polifenoli

IL COLORE DEL LATTE E DELLA CARNE DIPENDE ANCHE DAI POLIFENOLI? SI INCOMINCIA A...

di Andrea Cabiddu, Agris Sardegna Anche nel caso dei prodotti lattiero caseari l’aspetto visivo (colore, presenza di occhiature/sfogliature ecc), condiziona in modo deciso la scelta e di conseguenza il consumo di un formaggio. Tra questi,...

ALLA LISTA DEI GUSTI BASE SI AGGIUNGE ORA IL GRASSO. MA FORSE NON È...

La notizia, per gli addetti al settore e non solo, non è da poco: il “grasso” si aggiunge alla lista dei gusti base, che diventano così sei. Come molti sapranno i gusti base sono,...

ARTICOLI

Grano USA

ANCHE NEGLI USA SI INCOMINCIA A PARLARE DEL FLAVOUR DEL PANE

Francesco Tiezzi, North Carolina University Quando sono arrivato negli Stati Uniti, ormai nove anni fa, ricordo che la cosa che più mi mancava fosse il pane. Fu così che con la mia fidanzata del tempo, iniziammo...

I PROBLEMI DELLA ZOOTECNIA DA LATTE IN USA

Francesco Tiezzi North Carolina University La campagna americana che spesso si vede nei film è quella di morbide colline verdi, dove si vedono abitazioni rurali abbinate a stalle dalla tipica struttura e un immancabile silos...
Caciocavalli Palermitani

Flavor of cheeses and the role of animal feed

 Roberto Rubino ex director Crea, Via S. Oronzo, 169, 85100 Potenza, Italy. roberto@robertorubino.eu Summary In dairy products, the aromatic complexity (in flavor and taste) and color can show strong variability, even within the same type of...

LA SCIENZA PRÊT À PORTER AI TEMPI DEL COVID

Il biodinamico continua a tenere banco nonostante il ruolo marginale che ha in agricoltura. Con tutti i problemi che il settore ha e con la nuova PAC in preparazione, si perde tempo e si...

PARLANO DI NOI

INFORMAZIONE SCIENTIFICA

EVENTI

VIDEO STORY

PUBBLICAZIONI

NEWS DAL MONDO

No tags for this post.